mercoledì 5 ottobre 2016

W... W... W... Wednesday#10

Immagine trovata su Google e NON creata da me

Bentrovati al Labirinto, carissimi lettori! Non so voi ma io ho già cominciato a risentire dell'autunno che avanza e mi sono beccata il primo raffreddore della stagione. Tutto normale, ragazzi, perchè io lo prendo sempre, ogni anno, più o meno in questo periodo. Spero solo che non si trasformi in febbre, perchè non sarebbe proprio il momento (ma è improbabile, sono anni che non mi ammalo).
Detto ciò, sorvoliamo sulle piacevolezze e le amenità e arriviamo subito al fulcro del post: un bel WWW, creato dal blog Should Be Reading, la rubrica che impazza nel web e che prevede di rispondere a tre domande:

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

What did you recently finish reading? (Quale libro hai appena finito di leggere?)

What do you think you'll read next? (Qual è il prossimo libro che pensi di leggere?)

Settembre  è andato alla grande con le letture ed io spero che ottobre non sia da meno. Posso dire di aver iniziato bene, speriamo di continuare così:)
Ma eccovi le mie letture, ma, più importante, ricordatevi di condividere le VOSTRE, scrivendole nei commenti o condividendo il link al vostro blog, che passerò sicuramente da voi:)

WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?


I segreti di Heap House segna il ritorno di una delle voci più esaltanti della narrativa inglese contemporanea e l’inizio di una saga che affascina, seduce, commuove come solo i grandi romanzi sanno fare.
Clod è un Iremonger. Vive tra un mare di oggetti gettati via o smarriti che provengono da tutti gli angoli di Londra. E al centro di questo mare c’è una casa, Heap House, un insieme di tetti, torrette, comignoli, parti di case smantellate con i loro misteri, raccolti per tutta la città e fusi in un labirinto vivo di scale, saloni e angoli nascosti. Gli Iremonger hanno una caratteristica: ciascun Iremonger è legato, sin dalla nascita, a un oggetto. Ma Clod Iremonger ha una caratteristica ulteriore: lui può udire i sussurri degli oggetti. Il primo di cui ha avvertito la voce è stato il suo oggetto natale: il tappo da bagno universale James Henry che diceva proprio questo “James Hayward Henry”. Ma un giorno su Heap House iniziano a radunarsi nubi di tempesta: gli Iremonger sono sempre più irrequieti e le voci degli oggetti si fanno più forti; Clod incontra Lucy Pennant, una ragazza appena arrivata a Heap House, e la sua vita cambia. I segreti che tengono insieme la casa iniziano a dipanarsi rivelando un’oscura verità, che minaccia di distruggere il mondo di Clod.

Ho un po' barato, lo ammetto. La verità, la dura verità, è che sto saltellando da un libro all'altro, ma non ho ancora trovato il giusto imprinting. Cosa che mi fa infuriare, perchè mi sta facendo iniziare un sacco di storie che, dopo poche pagine, abbandono, pur sapendo che il libro mi ispira molto e potrebbe piacermi davvero.
A parte la mia crisi del lettore (certe cose non si dicono neanche per scherzo, no perfavoreperfavoreperfavore), sto provando con I segreti di Heap House, sperando che almeno questo vada in porto.
Vi farò sapere.

WHAT DID YOU RECENTLY FINISH READING?


Ci sono libri che danno pura gioia, facendo vibrare dentro di noi tutte le corde del nostro amore per la lettura: il racconto trascinante unito a temi che ci toccano nel profondo, la suspense e l’avventura e un sottile gioco letterario che stimola la nostra complicità, una documentata ricostruzione storica e il fascino di personaggi più grandi del reale, nati già immortali. È quel che capita con il romanzo di Björn Larsson: ci ritroviamo adulti a leggere una storia di pirati con lo stesso gusto dell’infanzia, riscoprendo quella capacità di sognare che ci davano i porti affollati di vascelli, le taverne fumose, i tesori, gli arrembaggi, le tempeste improvvise e le insidie delle bonacce, come anche il semplice incanto del mare e la sfida libertaria di ribelli contro il cinismo dei potenti. In più con la sorpresa di vederci restituito, in tutta la sua ambigua attrazione e vitalità, uno dei personaggi che davano a quell’infanzia l’emozione della paura: chi racconta in prima persona è Long John Silver, il temibile pirata con una gamba sola dell’Isola del Tesoro, fatto sparire da Stevenson nel nulla per riapparirci ora vivo e ricco nel 1742 in Madagascar, intento a scrivere le sue memorie. E non è solo a quell’“e poi?” che ci veniva sempre da chiedere alla fine delle storie che risponde Larsson, è al prima, al durante, al dietro: com’era il mondo all’epoca della pirateria, i legami con il commercio ufficiale, la tratta degli schiavi, il contrabbando, le atroci condizioni dei marinai, i soprusi dei capitani, il codice egualitario dei pirati, le loro efferatezze e quelle contro cui si ribellavano, le motivazioni e le ingenuità dei grandi “gentiluomini di ventura”. Ma è a un personaggio letterario che è affidato il compito di rivelare la “verità”, un personaggio cosciente di esistere solo nelle parole, che dialoga in un pub di Londra con Defoe fornendogli notizie per la sua storia della pirateria, che risponde a Jim Hawkins dopo aver letto L’Isola del Tesoro, e che, in quel continuo gioco di rimandi, indaga sul rapporto tra realtà e invenzione, sete di vivere e bisogno di immortalità, solitudine e libertà, con la consapevolezza che non esiste altra vera vita di quella che raccontiamo a noi stessi.

Di questo romanzo ho già scritto la recensione (che trovate qua), quindi non mi dilungo. Solo una parola: splendido.


Inghilterra, fine Ottocento. James e Charlotte sono due fratelli orfani che vivono in una dimora signorile sperduta nella campagna inglese. Una volta cresciuti le loro strade si dividono: James, timido aspirante scrittore, terminati gli studi a Oxford divide l’appartamento in affitto a Londra con un affascinante giovane aristocratico. Grazie alle conoscenze del ragazzo, viene introdotto nei salotti dell’alta società e trova l’amore dove non se lo sarebbe mai aspettato. Poi, improvvisamente, scompare senza lasciare traccia.
Preoccupata e determinata a trovarlo, la sorella Charlotte parte per Londra e s’immerge nelle tetre atmosfere della città industriale, dove scopre l’esistenza di un mondo segreto, popolato da personaggi incredibili e loschi che vivono ai margini della città. Un mondo in cui i confini della realtà hanno assunto forme tutte nuove. Per lei si apriranno le imponenti porte di una delle istituzioni più autorevoli e impenetrabili del paese: l’Ægolius club, luogo di ritrovo degli uomini più ambiziosi e pericolosi d’Inghilterra, cupo circolo d’élite che cela mille segreti, uno più terrificante dell’altro: una serie di sorprese che lasceranno il lettore senza fiato fino all’ultima pagina.
Nel suo coinvolgente romanzo d’esordio, Lauren Owen ha creato un universo fantastico che risulta allo stesso tempo accattivante e spaventoso, dove la seduzione del gotico si fonde con l’incanto dell’ambientazione vittoriana.
«Sovversivo, divertente, mette i brividi. Non si fa in tempo a tirare un sospiro di sollievo, che subito accade qualcosa di ancora più orribile».
Hilary Mantel
«Un esordio da brivido per i fan di Wilkie Collins e Sir Arthur Conan Doyle. Energia pura. Un esempio perfetto di romanzo impossibile da mettere giù».
«The Economist»
«Un’ottima storia di vampiri alla vecchia maniera. Che divertimento».
«The New York Times»
«Un blockbuster gotico».
«Independent»

Ebbene si, ho letto anche questo (*me sorride compiaciuta). So che vorreste un'opinione su questo libro ma non vi dirò nulla, perchè ho già scritto la recensione e venerdì potrete allietarvi con la mia logorrea:)

WHAT DO YOU THINK YOU'LL READ NEXT?

Ragazzi, keep calm. Non sono neanche sicura di cosa sto leggendo ADESSOxD
A parte gli scherzi, non lo so. Spero che questo momento non si trasformi in un vero e proprio blocco e di potervi rendere partecipi, la prossima settimana, di tante belle letture:)

Il WWW finisce qua. Adesso tocca a voi, però. Che cosa avete letto ultimamente, cosa state leggendo, cosa leggerete?
Scrivete tutto nei commenti, che sono curiosa come una scimmia!

Virginia




26 commenti:

  1. Quello che stai leggendo tu ora mi ispira assai! XD
    Io attualmente sto leggendo "La vita sommersa di Gould" di Richard Flanagan e sono un po' perplessa ma devo finirlo per una challenge. Recentemente ho finito "Dopotutto posso farcela" di Irene Val, nei prossimi giorni pubblicherò la recensione, e come te non so cosa leggero più avanti perché è possibile che cambio idea 155790 volte!! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dire il vero, dopo un paio di pagine mi sono data ad altroxD Non perchè non mi stesse piacendo, semplicemente si vedere che non era il momento.
      Sono curiosa di leggere la tua recensione del romanzo della Val, di cui ho letto molti pareri positivi:)
      Eh lo so, non si può mai dire, infatti quel punto mi mette spesso in crisixD

      Elimina
    2. Ti dico solo che quello della Val io l'ho amato!! nella prossima settimana pubblico la recensione *_*

      Elimina
    3. Benissimo*-* Non vedo l'ora di leggerla:)

      Elimina
  2. Spero che tu non stia entrando in un brutto blocco del lettore!!!!
    Ma le tue letture mi ispirano tutte! :) I segreti di Heap House ce l'ho in wish list e spero di leggerlo presto, sul libro di Larsson non mi dilungo (ma è in wish list anche lui e la colpa è tua!!!) e Quick mi incuriosisce molto, quindi non vedo l'ora di leggere la tua recensione! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tocco ferroxD No, dai, grazie a Opal della Armentrout mi sono sbloccata prima ancora di bloccarmi sul serio, fiù. Quando si dice il tempismo:)
      Su The Quick mi leggerai venerdì, sperando di aver scritto qualcosa di utile. Se Larsson è in wl... Non posso dire di sentirmi in colpaxD Comunque tu mi hai incantata con Max, quindi siamo parixD

      Elimina
  3. Di The Quick aspetto a leggermi la recensione perchè cel'ho da leggere ma ho ancora degli arretrati spero però che a te sia piaciuto così mi si alzano le aspettative!
    I segreti di Heap House l'ho visto un po a giro nella blogosfera, la cover è davvero fantastica *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, non mi ha sconvolta, però non mi è dispiaciuto per nulla:) Adesso aspetto di leggere un po' di recensioni in giro per vedere se concordano con la mia:)
      I segreti di Heap House è bellissimo, esteticamente, ma sul contenuto non posso dire nulla perchè alla fine l'ho lasciato per un altro momento e mi sono data alla ArmentroutxD

      Elimina
  4. Quanto mi intriga The Quick Virginia! Spero di leggere prestissimo la tua recensione ne voglio assolutamente sapere di più <3 ecco le mie risposte https://ilregnodeilibri.blogspot.it/2016/10/w-w-w-wednesdays.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, fra la cover e la trama è impossibile resistere*-*
      Grazie, sono già passata;)

      Elimina
  5. Ciao Virginia, non vedo l' ora di leggere la tua recensione su The Quick e la copertina mi piace un sacco =)!
    Qui c'è il mio www: https://librielibrai.blogspot.it/2016/10/wwwwwednesday-14.html!, passa a sbirciare se ti va!
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ella, spero di averne scritta una carina alloraxD
      Grazie mille, sbircio subito:)

      Elimina
  6. Ciao Virginia! Sai che anche io sono curiosa di The Quick, devo iniziarlo a breve però credo che leggerò prima la tua recensione, così mi faccio un'idea. Non sei una persona che fa spoiler, ma le tue opinioni sono sempre curate e mirate, quindi non mi preoccupo di rovinarmi la lettura.
    Intanto però spero che ti sia piaciuto e che ti abbia strapazzato un po' come piace a me. ^___^
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonietta! Non posso dire che mi abbia strapazzata, purtroppo, ma è stato comunque un libro molto gradevole e magari invece tu te ne innamorerai (come spero:)). In ogni caso, non vedo l'ora di leggere la TUA recensione, che scrivi sempre dei piccoli capolavori!
      Un abbraccio:)

      Elimina
  7. Ciao Virginia! Ho aggiunto in wishlist I segreti di Heap House, mi intriga parecchio :) Mi ha incuriosito anche il libro di Larsson dopo aver letto la tua bellissima recensione ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria! I segreti di Heap House è esteticamente bellissimo, appeno l'ho visto l'ho voluto*-* Grazie! Fammi sapere poi se lo leggi:)

      Elimina
  8. Ma mi hai ingannata! Hai detto che trovavo qualche info in più su The Quick e invece devo aspettare la recensione!! Monella! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. xDxD Era tutta una tattica!
      No, scherzo! Intendevo qualche informazione in più sulle letturexD Venerdì troverai tutto ciò che vuoi su The Quick;)

      Elimina
  9. Non ne ho letto nessuno, ma "The Quick" mi incuriosisce troppo! *-*

    Se ti va, ti lascio il mio poverissimo WWW! :3
    http://andibelieveinabookagain.blogspot.it/2016/10/www-wednesday-9.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti, fra la cover e la trama, non si può non desiderare:)
      Passo subito!

      Elimina
  10. Curiosissima di leggere The Quick, ti lascio il mio post sperando tu voglia farvi un salto: http://bit.ly/2dvNcOU :)

    RispondiElimina
  11. vedo che the quick sta spopolando e penso di leggerlo anche io mi sono appena iscritta e queste sono le mie risposte se ti fa piacere dai un occhiata <3

    https://unlibropersognare1.blogspot.it/2016/10/www-wednesday-1.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta sul blog:)
      Si, ho notato anch'io che The Quick è un po' ovunque, ma credo che sia impossibile resistere a quella trama e a quella cover*-*
      Vengo subito a vedere:)

      Elimina
  12. Ciao Virginia!!! "The quick" lo devo leggere anche io, mi ispira moltissimo e non vedo l'ora di trovare il tempo per iniziarlo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Clary! Bene, non vedo l'ora di leggerne la tua recensione allora!

      Elimina