mercoledì 10 agosto 2016

W... W... W... Wednesday#3

Immagine trovata su Google e NON creata da me

Ed eccoci a un nuovo appuntamento il nostro WWW Wednesday, rubrica creata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste domande:

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

What did you recently finish reading? (Quale libro hai appena finito di leggere?)

What do you think you'll read next? (Qual è il prossimo libro che pensi di leggere?)


Questa rubrica si sta prendendo una bella fetta di blog, con mia vergogna. Dovrei lavorare non tanto sulle letture quanto sul numero di post a settimana. 
In ogni caso, la puntata di oggi non è neanche troppo entusiasmante, in quanto le mie letture sono sempre ferme lì, al punto della settimana scorsa (maledetto tempo, che non sei mai abbastanza!). Che ci volete fare? Gli altri vanno in vacanza e io lavoro, e Agosto è proprio il mese peggiore.
Ma lasciamo stare.
Ecco a voi le mie letture della settimana! Condividete anche le vostre o, in caso, postatemi il link del vostro blog, se anche voi curate questa rubrica!

WHAT ARE YOU CURRENTLT READING?


A questo romanzo (pensato e scritto in tre anni, dal 1971 al 1974) Elsa Morante consegna la massima esperienza della sua vita "dentro la Storia" quasi a spiegamento totale di tutte le sue precedenti esperienze narrative: da "L'isola di Arturo" a "Menzogna e sortilegio". La Storia, che si svolge a Roma durante e dopo la seconda guerra mondiale, vorrebbe parlare in un linguaggio comune e accessibile a tutti.

Ormai sono alla fine di questo romanzone (sul serio, mi mancano 100 pagine, se Dio mi assiste lo finirò fra oggi e domani) e non vedo l'ora di parlarne qua sul blog e di sentire anche la vostra opinione. Piccola anticipazione: mi sta piacendo tantissimo!

WHAT DID YOU RECENTLY FINISH READING?


La Seconda guerra mondiale è finita da poco e - per chi è giovane e intraprendente come Anne, Neely e Jennifer - New York rappresenta il Grande Sogno. Le tre ragazze, che arrivano dalla provincia americana, approdano a Manhattan per cercare fortuna. E, a loro modo, la trovano: una recita nei musical di Broadway, un'altra lavora nella pubblicità, la terza riesce a sposare un attore-cantante famoso. Poco per volta, però, la buona sorte le abbandona. E allora, per tirare avanti, l'unica consolazione restano le "bambole" ovvero, nel gergo di quegli anni, le pasticche che servono a trovare un po' di pace o di eccitazione. Finché anche quelle non si trasformano in uno strumento di autodistruzione. Pubblicato nel 1966, La valle delle bambole di Jacqueline Susann fu uno dei più clamorosi casi editoriali della letteratura americana, arrivando a vendere nel mondo oltre 30 milioni di copie (come Via col vento). Al grande successo contribuiva l'aura scandalosa di una prosa che metteva in scena, con linguaggio schietto, storie d'amore e di sesso, ma che, soprattutto, intercettava i cambiamenti nei costumi di massa. L'autrice era un'esordiente non più giovanissima, eppure incantava poiché riusciva a toccare, con voce autentica e senza autocensure, i temi brucianti della vita delle donne: il piacere, il lavoro, l'amore, il matrimonio. Non è dunque strano che oggi figure influenti come Gloria Steinem e Lena Dunham abbiano incoronato il libro di Jacqueline Susann come un classico della cultura pop. Un classico che oggi, a cinquant'anni di distanza, ha ancora molto da dire.


WHAT DO YOU THINK YOU'LL READ NEXT?


Per trent'anni l'Area X - un territorio dove un fenomeno in costante espansione e dall'origine sconosciuta altera le leggi fisiche, trasforma gli animali, le piante, sembra manipolare lo stesso scorrere del tempo - è rimasta tagliata fuori dal resto del mondo. La Southern Reach, l'agenzia governativa incaricata di indagarne gli enigmi e nasconderla all'opinione pubblica, ha inviato numerose missioni esplorative. Nessuna però è mai tornata davvero dall'Area X: chi, inspiegabilmente, ricompariva al di qua del confine era condannato a un destino peggiore della morte.Questa volta, però, sarà diverso: la dodicesima missione è composta unicamente da donne.Quattro donne che non conoscono nulla l'una dell'altra, nemmeno il nome - sono indicate con la funzione che svolgono: l'antropologa, la topografa, la psicologa e la biologa - accettano di partecipare a un viaggio che assomiglia molto a un suicidio. Cosa le ha spinte a imbarcarsi in una missione tanto pericolosa? La biologa spera di ritrovare il marito, uno dei membri dispersi della spedizione precedente. Ma forse cerca anche di fuggire dai suoi fantasmi. E le altre? Cosa nasconde la psicologa, ambigua leader del gruppo? Quando le quattro esploratrici incappano in una strana costruzione mai segnalata da nessuna mappa, capiranno che fino a quel momento i disturbanti misteri dell'Area X erano stati appena sfiorati.Jeff VanderMeer ha costruito un mondo in cui l'avventura, il fantastico, l'ignoto sono le coordinate per indagare il più alieno dei pianeti: la psiche umana.

Ormai mi manca poco per iniziarlo! Non vedo l'ora di leggere questa trilogia, che mi incuriosiva da tantissimo tempo*-*

Con questo ho finito! Spero di potermi rifare viva in settimana con la recensione di La storia di Elsa Morante;)

Virginia




16 commenti:

  1. Non vedo l'ora di leggere le tue opinioni su quel capolavoro immenso che è La Storia! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di riuscire a postare presto la recensione e sono curiosa anche di sentire cosa ne pensi tu:)

      Elimina
  2. Uh, non vedo l'ora di leggere la recensione di La storia ^^

    Se ti va qui il mio www: http://laspacciatricedilibri.blogspot.it/2016/08/wwwwednesday-25-breve-storia-triste-e.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di fare un buon lavoro, allora:)
      Sono già passata;)

      Elimina
  3. Non mi ero mai e poi mai soffermata sulla trama di Annientamento anche se avevo visto dal vivo la cover (davvero bellissima è uno di quei libri che compreresti solo per la copertina) ma ora che ho letto la trama ammetto che è davvero interessante! E' uno di quei libri che di sicuro mi guarderei subito il film! Sono assolutamente curiosa di leggere la tua recensione giusto per farmi un'idea di come è!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non parliamo della cover, è semplicemente meravigliosa e fa venire voglia di gettare alle ortiche qualunque parvenza di dignità*-* Sarebbe un film interessantissimo (almeno, a giudicare dalla trama:)).
      Spero di saperti dire al più presto:)

      Elimina
  4. Voglio assolutamente leggere Annientamento, aspetto la tua recensione, mi ispira da morire**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido le alte aspettative! Speriamo benexD

      Elimina
  5. Ciao Virginia, come anche gli altri, attendo la tua recensione di La storia, sapendo perfettamente di dover fare anche io questa lettura. Attendo con ansia!
    Un abbraccio! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comincio a sentirmi addosso un po' di pressionexD No, scherzo! Spero di riuscire a darvi la mia opinione il prima possibile e di potervi in qualche modo attirare a questo bellissimo romanzo.

      Elimina
  6. Virginia eccomi, forza amica mia che le ferie arriveranno, stringi i denti.. So che vuol dire lavorare con un caldo allucinante! Ti sono vicina❤️ Come sai domani parto in vacanza, ti metto in valigia e ti porto con me? ^_* forza amica, io faccio il tifo per te e presto arriveranno le meritatissime vacanze! ❤️
    http://ilregnodeilibri.blogspot.it/2016/08/w-w-w-wednesdays_10.html?m=1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la vicinanzaxD Se volessi portarmi a Malta ne sarei contentissima, ma non so se ci entro, in valigiaxD
      Buone vacanze!

      Elimina
  7. Elsa Morante! Un buco poco dignitoso nella mia storia di lettrice...Tra un po' inizio con L'Isola di ARturo e poi, assolutamente, LA STORIA. Sono tutte letture molto interessanti, sono curiosa in particolare di leggere la tua opinione in merito alla triologia...deve essere uno di quei libri che ti inghiottiscono e che non ti fanno più uscire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulla trilogia ci spero moltissimo e rimarrei molto delusa se le mie prospettive non si avverassero! E per la Morante, a quel che ho capito porrai presto rimedio;)

      Elimina